Chips di zucchine

Croccanti, deliziose, semplici e veloci da preparare, le chips di zucchine sono l’ideale per un aperitivo in compagnia degli amici e un’ottima alternativa da proporre ai bambini al posto delle patatine fritte.
Ottime anche come contorno per i piatti a base di pesce, le chips di zucchine possono essere fritte o cotte al forno.
Vediamo come procedere per la preparazione della ricetta delle chips di zucchine.

INGREDIENTI:
Zucchine
Sale
Farina
Olio per friggere
PREPARAZIONE:
Lavate e asciugate bene le zucchine, tagliatele a rondelle e posizionatele su un foglio di carta da cucina e tamponate in modo da eliminare i residui di acqua.
Passate le zucchine nella farina e intanto fate scaldare l’olio in padella.
Versate le zucchine a rondelle nell’olio caldo e non appena risultano dorate, scolate le chips, riponetele su un foglio di carta da cucina in modo da eliminare l’olio in eccesso e servitele calde.

In alternativa alla frittura, procedete con la cottura in forno: preriscaldate il forno a 200°, riponete le zucchine tagliate a rondelle su un foglio di carta da cucina e fatele asciugare per una-due ore.
Trascorso questo tempo posizionatele su una teglia ricoperta di carta da forno, salatele e fate cuocere in forno fino a quando non risultano dorate e croccanti.

UN CONSIGLIO
Secondo i vostri gusti, insaporite le chips di zucchine utilizzando alcune spezie come peperoncino, pepe nero, paprika o curry.
Preparate un’emulsione mescolando la spezia scelta con l’olio extravergine d’oliva, spennellatela sulle chips e poi procedete con la cottura in padella o in forno.

Pasta con fave e zucchine

Pasta-con-fave-e-zucchineFave e zucchine si ritrovano spesso associati per formare gustosi condimenti di paste secche o ripiene, nonché calde minestre. Oggi combineremo questi 2 ingredienti per formare una cremina con cui condire un bel piatto di spaghetti.

INGREDIENTI (PER DUE PERSONE):

  • 2 cipolle fresche
  • 50 ml di olio extravergine d’oliva
  • 150 gr di fave sgranate
  • 2 zucchine
  • 300 gr di pasta
  • 1 mazzetto di basilico
  • Sale
  • Pepe

PREPARAZIONE

Lavare le fave, che sono state previamente sgranate e lessarle in un po’ di acqua bollente salata. Appena risultano tenere, scolarle.
Lavare e spuntare anche le zucchine ed affettarle a piccole rondelle.
A questo punto, rosolare la cipolla fresca in una casseruola con l’olio e, appena imbionditi, unirvi le fave e le zucchine.
Regolare di sale e di pepe e lasciare cuocere per una decina di minuti a fiamma media.
Nel frattempo, cuocere al dente la pasta e, a cottura ultimata, condirla con il sugo di fave e zucchine.
Spezzettare le foglie di basilico ben lavate per profumare il piatto e servire in tavola, condire con parmigiano se gradito!

NOTA:

Si può aggiungere della pancetta tagliata a dadini da rosolare nella casseruola con i cipollotti e le zucchine per rendere il piatto più saporito.

Pasta di farro con crema di zucchine speziate

pasta zucchineQuesta settimana vi proponiamo una ricetta insolita, particolare ma molto gustosa, soprattutto se amate i sapori della cannella e della menta: pasta di farro con crema di zucchine speziate!

Ingredienti (per 4 persone)
320 g di penne integrali di farro
4 zucchine
2 manciate di semi di girasole
zenzero fresco
cannella in polvere
menta fresca
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

Preparazione:
Fate a dadini le zucchine e cuocetele a fiamma vivace in padella con un filo d’olio. Salatele, mescolate bene copritele (o aggiungete un goccio d’acqua) e portatele a cottura. Mettete a lessare la pasta e frullate un po’ meno dei tre quarti delle vostre zucchine con i semi di girasole e la menta fresca, aggiungendo un filo d’olio se necessario, fino a ottenere una crema. Aggiungete alle restanti ancora calde lo zenzero grattugiato, un pizzico di cannella e una macinata di pepe, mescolate tutto e lasciate insaporire. Scolate la pasta tenendo da parte dell’acqua di cottura, conditela con la crema di zucchine unendo l’acqua sufficiente per mantecare bene e servitela con le zucchine a dadini.

BUON APPETITO!

Esperimenti con gli aromi: novità sulla trasformazione prodotti

DSCN6288

Cari amici, eccovi altre novità da questa esperienza della trasformazione dei prodotti, giunta già al secondo laboratorio.

A consentircelo, vogliamo ricordarlo e ringraziarli qui, sono i nostro amici del Casale di Martignano, in particolare Aurelio e Andrea Ferrazza.

Il Casale è una bellissima realtà, un’impresa in grado di integrare e accogliere le istanze di una cooperativa sociale come la nostra e i principi di un’agricoltura solidale e biologica: è quello che fanno da sempre anche per Barikamà. Un grazie, dunque, anche ad Andrea Zampetti che ha facilitato questo incontro e ideato questi cicli di lavorazione dei prodotti della nostra agricoltura.

Al Casale vanno in turnazione operatori e mamme della Nuova Arca, che acquisiscono così nuove competenze, e vivono questa esperienza in maniera condivisa e partecipata.

DSCN6295

Negli ultimi giorni, abbiamo sperimentato gli aromi: menta, aglio e altro, per capire come associarli agli ortaggi, di cui sono stati realizzati circa 180 vasetti, tra melenzane e zucchine. Dobbiamo aspettare un poco che si insaporiscano, poi le metteremo in circolazione, assieme alla passata di pomodoro.

Lo scenario meraviglioso del lago fa da cornice a questo nostro nuovo fronte lavorativo, preziosissimo anche per il team agricolo, la cui emotività era un po’ a rischio frustrazione. Vedevano i prodotti per cui lavorano quotidianamente riempire i frigo senza destinazioni immediate: ora che hanno visto cassette dei loro prodotti finalmente usate e trasformate e pronte a nuovi utilizzi, sono felici.

DSCN6302

Agosto: tutti in ferie, tranne l'agricoltura

Cari amici, ecco anche qui sul blog un breve diario agricolo di queste settimane di agosto, quando, mentre tutto il resto sembra fermarsi, la Natura segue comunque il suo corso.

Carmine ed Ennio hanno invasato la prima produzione di miele di questa stagione che siamo dunque in grado di proporvi subito in listino, che trovate nella newsletter.

Le cipolle dorate, dopo la tanta pioggia che ha caratterizzato la stagione, sono ora pigramente stese al sole ed al vento per prendere la loro tintarella. Hanno aggressivamente invaso tutte le superfici rialzate disponibili del nostro parco. E sono pronte per voi.

image005

In campo, grandi attività: si sostengono le piante in produzione; si raccolgono i frutti e si pulisce; già da settimane si pianta per i prossimi mesi, perché il paniere sulle nostre tavole resti sempre sufficientemente variegato. Ecco dunque la parte del campo già pronta al nuovo ciclo con gli infaticabili Abu e Bakary, guidati da Matteo, chini a piantare ed a dare il via a questa nuova partenza, che porta con sé grandi emozioni e desideri.

Le zucchine e le melanzane sott’olio e il semiconcentrato di pomodoro sono pronti. Pensiamo di metterli in listino agli inizi di settembre, quando avremo dal grafico e dal tipografo le etichette necessarie alla distribuzione. Se intanto verrete a trovarci – soprattutto se vi fermerete a pranzo – potremo farne un assaggio insieme.

image008

Continuiamo dunque a lavorare quotidianamente sulla varietà e la ricchezza del nostro listino. A proposito: in casa famiglia abbiamo mangiato dei superbi friggitelli, ripieni di riso, di cui prossimamente vi invieremo la ricetta.

Certo, dobbiamo constatare che le zucchine stanno concludendo il loro ciclo produttivo e pertanto ad oggi potreste trovarle  in quantità ancora limitate. Ed abbiamo una pausa dei nostri fagioli che sono momentaneamente sotto attacco parassitario ed hanno pertanto bisogno di tempo e cure per poter tornare in listino a pieno regime. Ma contiamo di migliorare presto.

Siamo infine lieti di comunicarvi che è nata una nuova collaborazione: l’emporio e i vari servizi della Caritas Romana stanno distribuendo in queste settimane un prodotto fresco biologico de La Nuova Arca. Siamo particolarmente lieti di questa partnership perché significa che, ancora una volta, indipendentemente dalle capacità di acquisto, si può offrire sapore e genuinità.

Un grazie particolare alla Caritas per averlo reso possibile.

Tutto (o quasi) si trasforma

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma diceva Lavoisier. Senza nulla togliere alla sua teoria, noi ci permettiamo di aggiungere un “quasi tutto”. A imporci questa postilla è il rispetto che sentiamo nei confronti della terra e dei suoi frutti. Rispetto che ci spinge a interrogarci ogni giorno su cosa e come coltivare, e perché.

DSCN6245

Abbiamo ricevuto qualche risposta dai gas che ci hanno chiesto generalmente di essere più precisi nella proposta. Il che, scartata l’ipotesi ventilata da qualcuno del prodotto surgelato ( tecnicamente impossibile per noi), e fatte una serie di considerazioni sulle attuali competenze,  esperienze e prodotti, ci ha fatto orientare per una passata di pomodoro semiconcentrata e per melanzane e zucchine sottolio.

DSCN6247 DSCN6255

Non sappiamo ancora se riusciamo ad inserire anche i peperoni e ‘nduja.

Abbiamo comunque comunicato ai GAS l’avvio della trasformazione, invitando chi interessato a far parte del gruppo a farsi avanti. Come un po’ previsto, non abbiamo avuto alcuno che si sia fatto avanti per partecipare attivamente, vuoi per il periodo, vuoi perché i termini, essendo ancora sperimentali, non sono ovviamente definiti.

Lunedì 14 abbiamo iniziato la prima sessione di trasformazione che ha visto trasformare 200 Kg di pomodoro in circa 60 Kg di semiconcentrato di ottimo sapore e consistenza in barattoli di 580 grammi. Oggi abbiamo approntato la sperimentazione con le zucchine e melanzane che disporremo in barattoli di circa 320 gr.

Proseguiremo per tutta l’estate, due volte a settimana, lunedì e mercoledì, andando con alcuni educatori e con alcune mamme (compatibilmente con il loro lavoro) per fare questa attività. Non siamo in grado di fare previsioni ancora ma ritengo che potremmo fare circa 2500 barattoli di semiconcentrato e probabilmente altrettanti di melanzane e zucchine. Sapremo comunque meglio, sulle quantità e sui prezzi, alla fine di questa settimana.

DSCN6256 DSCN6260

Dalla prossima settimana, secondo programma, dovremmo poter essere in grado di avere una chiara idea di prezzo e di prodotto, finita la prima sperimentazione, dunque saremo in grado di proporre ai GAS qualcosa di concreto in termini di quantità  e prezzo.

Tortino di quinoa e verdure: una ricetta glutenfree

Come prevedevamo, il Gluten Free Day è stata una grande giornata e una gran bella esperienza, ricca di stimoli ed interessi. L’abbiamo vissuta così, la nostra domenica all’interno di una grande manifestazione: che ci ha visto tra i protagonisti, perché abbiamo esposto i nostri prodotti e la nostra visione del mondo e perché ci ha stimolato a conoscere, analizzare, partecipare, consapevoli che avremmo incontrato realtà a noi sconosciute ma anche affini, sotto tanti aspetti.

20141130_161453

Ed ecco perché abbiamo sfoderato le nostre migliori armi: le nostre verdure trasformate (semiconcentrato di pomodori, zucchine sottolio), protagoniste (verza, cavoli, zucche) di assaggi che hanno incuriosito e meravigliato chi ha potuto e voluto visitare il nostro stand. E nasce così anche la ricetta che vi proponiamo questa settimana “Tortino di quinoa con verdure” gradito da grandi e piccini che hanno apprezzato con gusto un modo per utilizzare la quinoa che, come seme privo di glutine, ricco di proteine e minerali, offre alternative valide ai piatti di chi mangia GLUTENFREE!

torta quinoa e verdure

Tortino di quinoa e verdure

 

INGREDIENTI                                             

500 gr di Quinoa

misto di ortaggi : verza, cavolo cappuccio, cavolfiore, patata, zucca

cipolla, sedano, carota

rosmarino, grattugiata di noce moscata, pepe, sale, olio

parmigiano

PREPARAZIONE

Pulire le verdure e tagliarle a pezzetti di grandezza media, la zucca a dadini più piccoli in proporzione (proporzione delle quantità che deve essere tale che la zucca non abbia il soppravvento sulle altre verdure se non il ruolo di addolcire il sapore delle verze). Fare un battuto grossolano di carota, sedano, cipolla e mettere nel tegame assieme ad olio, sale, pepe e rosmarino; mettere a soffriggere a fuoco vivo; inserire poi tutte le verdure mescolare e far insaporire; coprire, infine, con acqua e far cuocere sino a che non si ha la consistenza di una zuppa.

Poi lessare la quinoa in acqua salata, scolare e miscelare con la zuppa di verdure, mettere il composto in una teglia da forno antiaderente di grandezza media, in modo che lo strato sia di circa 1-2 cm e spargere sopra una bella manciata di parmigiano grattugiato.

Mettere al forno a 200/220° C sino a che non si scioglie il formaggio e si forma uno strato dorato e  consistente dello stesso.

Attenzione: servire a temperatura ambiente!!! 

E’ un ottimo contorno, un antipasto sfizioso, ma anche un salutare spuntino a pranzo!

Buon appetito!!!!