Cavolo, verza e cipolla

Cavolo-cappuccio-e-cipolla-orizzontale-blog-kgyourIngredienti:
1 cavolo verza
400 gr. cipolle bianche
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Procedimento:
Togliete le foglie più esterne della verza, tagliatela in 4, passatela sotto l’acqua corrente e togliete la parte dura centrale. Tagliate il cavolo molto sottile per il senso della larghezza.Mettete le striscioline di cavolo in un colino e sciacquate di nuovo bene sotto l’acqua corrente. Sbucciate la cipolla, tagliatela a metà e affettate anche questa molto sottile.
Mettete un filo d’olio in padella abbastanza grande da contenere il cavolo. Fate scaldare bene e aggiungete la cipolla. Mescolate con un cucchiaio di legno e fate cuocere per un minuto a fuoco alto, mescolandole spesso e facendo attenzione a non farle bruciare. Sfumate con il vino bianco, fate evaporare l’alcool e poi aggiungete il cavolo. Mescolate bene, insaporite con sale e una bella macinata abbondante di pepe e mescolate di nuovo.
Fate cuocere a fiamma alta e senza coperchio, girando spesso e aggiungendo poca acqua o brodo di verdure solo se e quando strettamente necessario. Il vostro contorno sarà pronto quando il cavolo e la cipolla saranno belli morbidi, ma ancora consistenti. Ci vorranno circa 15-20 minuti a seconda di quanto ne state cuocendo e da quanto sottile l’avete tagliato.

Il vostro contorno di Cavolo verza e cipolla è pronto.

Le ricette della Nuova Arca: il trascarto

E’ difficile pensare di non riuscire a trasformare un qualunque prodotto che passa per una cucina in un ottimo e gradito piatto ricco di profumi e sapori.

Sfida ancor più interessante quando da trasformare è ciò che rimane dalla “ripulitura” del prodotto, lo scarto, ed ecco dunque i nostri protagonisti di oggi: foglie esterne di broccoli, cavoli e verze !

Alle volte per dare un prodotto il più pulito possibile vengono scartate queste preziosità, che tuttavia ci hanno stuzzicato la fantasia tanto da testare, assaporare e alla fine garantire il successo di alcuni secondi piatti.

 Ricetta.NuovaArca.Trascarto

Ingredienti:

  • foglie di broccolo e/o cavolo e/o verza
  • olio
  • parmigiano
  • sale
  • pan grattato q.b.

e …………………………..altro che vedremo.

 

Svolgimento

L’esperienza garantisce di poter procedere in due modi:

  1. foglie a crudo senza costone
  2. foglie leggermente lessate con costone

Nel primo caso, le foglie vengono staccate dal costone facendone dei pezzi più o meno grandi e vanno messe in acqua per cinque minuti.

Nel secondo caso, una volta lavate le foglie con il costone già assottigliato con un coltello, le stesse vanno lessate, magari a vapore, per alcuni minuti

In entrambi i casi, si procede nel seguente modo: in una teglia antiaderente o foderata con carta forno si spolvera del pan grattato e poi si adagiano le foglie (per quelle crude aver cura di toglierle dall’acqua ed appoggiarle nella teglia con un certo quantitativo di liquido) tanto da coprire la superficie della teglia. Poi si aggiunge un po’ di sale, pangrattato mischiato a parmigiano o grana grattugiato o altro formaggio a scaglie di vostro gradimento che si possa sciogliere in cottura e da qui in avanti largo alla fantasia e aggiungere a piacere:

  • dadini di pancetta
  • salsiccia sbriciolata 
  • aprire un numero di uova sufficienti ai commensali
  • carne macinata insaporita con sale ed un po’ di formaggio grattugiato

Per finire, pangrattato e parmigiano in superficie e posare le restanti foglie. A coprire l’ultimo strato riproporre nuovamente la triade sale q.b., pangrattato, formaggio.

Ad ogni strato aggiungere un po’ d’olio e nel caso delle foglie non lessate aver cura di aggiungere qualche goccia d’acqua.

Mettere in forno ben caldo a circa 180/200 ° per dieci/quindici minuti, controllate che tutto sia dorato al punto giusto.

Buon appetito !!!

           

Le ricette della Nuova Arca: timballo di Riso con Broccoli e Verza

Timballo.NuovaArca

INGREDIENTI

riso, cimette broccoli romano, verza, prosciutto cotto, burro, farina, latte, parmigiano, pangrattato, timo, noce moscata, olio extravergine di oliva

 

PREPARAZIONE

Per prima cosa, cuocete il riso in acqua bollente e salata per almeno 10 minuti.

Preparate la classica besciamella mettendo a scaldare in un pentolino 500ml il latte; a parte sciogliete 50gr. burro a fuoco basso e poi, a fuoco spento, aggiungete 50gr. farina setacciata a pioggia, mescolando molto bene con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Rimettete sul fuoco e mescolate fino a far diventare il composto dorato.

Tagliate a pezzetti i broccoli e la verza e sbollentateli.

Scolate e raffreddate il riso e mettetelo in una ciotola; unite la besciamella, i broccoli e la verza, il prosciutto cotto tagliato a pezzetti e amalgamiamo tutto.

Mettete in una pirofila metà del composto, spargete sopra ancora un po’ di besciamella e spolverizzate con il formaggio parmigiano.

Unire l’altra metà del composto e completare con il resto della besciamella.

Versate una bella spolverata di formaggio parmigiano ed il pangrattato.

Qualche fiocchetto di burro e infornate a gratinare per circa 15 minuti a 180°.

Buon appetito!!!

Le ricette della Nuova Arca: polpette di verza e patate

foto ricetta_030215

Ingredienti

1/2 cavolo verza affettato, stufato con 1 cipolla e passato al frullatore ad immersione
2 grosse patate lessate, pelate e lasciate intiepidire
Sale
Olio

Pangrattato

Preparazione

Mescoliamo tutto quanto in una ciotola con le mani, schiacciando le patate a mano e se il composto risulta troppo liquido allora proviamo ad addensarlo un poco con il pangrattato. Creiamo quindi delle polpettone che passeremo prima nell’olio e poi nel pangrattato ed inforneremo a temperatura medio-alta per 10 minuti da un lato e altri 10 minuti dall’altro.

Poi sforniamo e lasciamo intiepidire quindi serviamo.

Buon appetito!!!

Dalla Festa di San Martino a nuove mete

domenica16.1

Bella, piacevole e proficua. Questi sono i tre aggettivi con cui ci sentiamo di descrivere la Festa di San Martino, dove abbiamo passato la scorsa domenica.

Senza fare torto a nessuno, un grazie particolare va senz’altro a Sofia e Donatella, presenze entusiaste ed instancabili per tutta la giornata. Ma tutti, più in generale, hanno contribuito a un’ottima impresa. Con la loro attenzione, preparazione, presenza, incoraggiamento. Ma soprattutto con i dolci, le zippole, ribollita, l’insalata, i val au vent di zucca, la verza e la zucca con la verza, lo yogurt barikamà.

domenica16.2

I nostri prodotti hanno avuto successo e noi abbiamo sviluppato molti contatti. E’ stata infatti l’occasione per incontrare tanti amici, alcuni di vecchia data e altri nuovi, che hanno mostrato e mostrano un reale interesse alle attività che noi facciamo. Sapendo che avevamo lo stand lì, molti sono venuti apposta per incontrarci e fare la spesa. Li ringraziamo uno a uno, anche da qui.

domenica16.3

Chiudiamo questo post annunciandovi che nelle prossime settimane la Nuova Arca prenderà parte anche ad altri eventi di promozione e networking. Il primo è il Gluten Free Day, in programma domenica 30 novembre al Lanificio di via Pietralata: promosso da AICLazio e LanificioFactory in collaborazione con le nostre amiche di SuLLeali, è l’evento più importante che si tiene a Roma sul mondo del cibo senza glutine. Il secondo è previsto invece per sabato 13 dicembre ed è curato dall’XI municipio: ci saranno le realtà produttive più significative del territorio, le stesse che stanno promuovendo il marchio DOM. Ve ne parleremo presto.

La ricetta: lasagne con zucca e verza

lasagna vegetariana

Proseguiamo la nostra serie di ricette contadine a cura della Nuova Arca con una succulenta pasta al forno vegetariana: la “lasagna con zucca e verza

Eccovi gli ingredienti:

  • 1 busta di pasta per lasagne fresca (nel banco frigo) chi ha tempo faccia una sfoglia piuttosto sottile con 200gr di farina, 2 uova e un goccio d’olio.
  • 300gr zucca cotta al forno
  • 3-4 foglie di verza, precedentemente scottata
  • 150gr gorgonzola besciamella, fatta con 500ml di latte
  • noce moscata
  • aglio
  • alloro
  • grana grattuggiato

E qui di seguito, vi scriviamo un po’ di suggerimenti di lavorazione e cottura: innanzitutto, saltare in padella a fuoco vivace la zucca e la verza ridotte a pezzettini piccoli, con un cucchiaio di olio evo e uno spicchio d’aglio schiacciato, fino a che non risultano belle rosticciate; nel frattempo preparare una besciamella non troppo liquida, aggiungere 3/4 di gorgonzola e aromatizzare con un pizzico di noce moscata

Procedere quindi con uno strato di pasta le verdure, la besciamella al gorgonzola.

Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti (tenere un po’ di besciamella e il gorgonzola rimasto per l’ultimo strato che spolverizzerete con abbondante grana)

Infornare a 200° in forno statico, coperta da alluminio e chiudere con 15minuti senza la stagnola.

E…buon appetito!!!!

La ricetta: Zucca e Verza con Farro risottato

farro-e-verdure

 

Ingredienti per 4 persone:

800 g di zucca;

  • 400 g di foglie di verza;
  • 200 gr di pancetta affumicata;
  • 280 g di farro;
  • 1 l di brodo;
  • 1 cipolla;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • olio d’oliva;
  • pepe macinato;
  • sale

 

Lavate le foglie di verza. Separate la parte centrale coriacea dalla restante più morbida e tagliatela in piccoli pezzi. Tagliate a striscioline le foglie. Scaldate dell’acqua e sbollentate la verza per un paio di minuti. Scolate e tenete da parte.

Sbucciate la zucca eliminate semi e filamenti interni e tagliatela a dadini. Cuocetela per 6 minuti al vapore. Togliete dal fuoco e tenete da parte.

Tagliate a dadini la pancetta eliminando l’eventuale cotenna. Tritate l’aglio e il rosmarino dopo averlo lavato e tamponato con carta assorbente. Affettate la cipolla.

Scaldate in una padella tre cucchiai di olio d’oliva, aggiungete la pancetta, il rosmarino, l’aglio e la cipolla, fate rosolare bene. Aggiungete la zucca e la verza tenute da parte e fate saltare per 3-4 minuti a fuoco alto. Infine salate e pepate. Tenete al caldo.

Lavate il farro, riunitelo in un tegame su fuoco medio e bagnatelo con 1- 2 mestoli di brodo, aspettate che il brodo si asciughi e aggiungetene dell’altro fino a quando il farro non sarà cotto e al dente. Spegnete il fuoco, salate e aggiungete il farro alle verdure tenute al caldo.

Servire, e buon appetito!!

CONSIGLIO questa ricetta di zucca e verza può essere servita, senza farro, anche con un secondo di carne. Profumato e colorato contorno!

Tortino di quinoa e verdure: una ricetta glutenfree

Come prevedevamo, il Gluten Free Day è stata una grande giornata e una gran bella esperienza, ricca di stimoli ed interessi. L’abbiamo vissuta così, la nostra domenica all’interno di una grande manifestazione: che ci ha visto tra i protagonisti, perché abbiamo esposto i nostri prodotti e la nostra visione del mondo e perché ci ha stimolato a conoscere, analizzare, partecipare, consapevoli che avremmo incontrato realtà a noi sconosciute ma anche affini, sotto tanti aspetti.

20141130_161453

Ed ecco perché abbiamo sfoderato le nostre migliori armi: le nostre verdure trasformate (semiconcentrato di pomodori, zucchine sottolio), protagoniste (verza, cavoli, zucche) di assaggi che hanno incuriosito e meravigliato chi ha potuto e voluto visitare il nostro stand. E nasce così anche la ricetta che vi proponiamo questa settimana “Tortino di quinoa con verdure” gradito da grandi e piccini che hanno apprezzato con gusto un modo per utilizzare la quinoa che, come seme privo di glutine, ricco di proteine e minerali, offre alternative valide ai piatti di chi mangia GLUTENFREE!

torta quinoa e verdure

Tortino di quinoa e verdure

 

INGREDIENTI                                             

500 gr di Quinoa

misto di ortaggi : verza, cavolo cappuccio, cavolfiore, patata, zucca

cipolla, sedano, carota

rosmarino, grattugiata di noce moscata, pepe, sale, olio

parmigiano

PREPARAZIONE

Pulire le verdure e tagliarle a pezzetti di grandezza media, la zucca a dadini più piccoli in proporzione (proporzione delle quantità che deve essere tale che la zucca non abbia il soppravvento sulle altre verdure se non il ruolo di addolcire il sapore delle verze). Fare un battuto grossolano di carota, sedano, cipolla e mettere nel tegame assieme ad olio, sale, pepe e rosmarino; mettere a soffriggere a fuoco vivo; inserire poi tutte le verdure mescolare e far insaporire; coprire, infine, con acqua e far cuocere sino a che non si ha la consistenza di una zuppa.

Poi lessare la quinoa in acqua salata, scolare e miscelare con la zuppa di verdure, mettere il composto in una teglia da forno antiaderente di grandezza media, in modo che lo strato sia di circa 1-2 cm e spargere sopra una bella manciata di parmigiano grattugiato.

Mettere al forno a 200/220° C sino a che non si scioglie il formaggio e si forma uno strato dorato e  consistente dello stesso.

Attenzione: servire a temperatura ambiente!!! 

E’ un ottimo contorno, un antipasto sfizioso, ma anche un salutare spuntino a pranzo!

Buon appetito!!!!