fbpx

Suggerimenti di cucina anti-spreco … I Finocchi

Oramai abbiamo capito: una delle prime regole da seguire per far quadrare il bilancio ambientale ed economico (del pianeta e di casa nostra) è quella di evitare il più possibile gli sprechi.
Oggi parliamo di Finocchi.
Il finocchio è ricco di proprietà importanti per la salute e il benessere dell’organismo: contiene vitamine, sali minerali, fibre ed è un vero e proprio toccasana per la salute del fegato.
Perfetto nell’insalata, per la preparazione di un buon risotto, in padella, ripieno o gratinato al forno, sapete che il finocchio è anche un ortaggio non sprecone di cui non si butta via nulla? Anche le foglie esterne e i gambi, che il più delle volte scartiamo, possono essere riutilizzati per la preparazione di una gustosa vellutata. Ecco qualche ricetta per non sprecarne gli scarti.
ZUPPA DI FINOCCHIO
Leggera, deliziosa, nutriente e sana, la zuppa di finocchio è semplice e veloce da preparare ed è l’ideale durante la stagione invernale. E’ ottima da gustare con i crostini di pane e una ricetta in stile “Non sprecare” che permette di recuperare non solo il pane raffermo avanzato ma anche le foglie esterne e i gambi dei finocchi, parte verde compresa.
Senza contare che la zuppa di finocchio è un vero e proprio piatto dietetico, perfetto per ritrovare la linea dopo i bagordi delle feste natalizie. Vediamo insieme come si prepara:
INGREDIENTI
500 gr di foglie esterne dei finocchi e gambi (parte verde compresa)
2 porri
4 fette di pane leggermente raffermo
1 spicchio di aglio
4 cucchiai di olio
Sale
PREPARAZIONE
Affettate il pane, riponetelo in una teglia con l’olio e l’aglio tritato e fatelo tostare in forno a 190° per almeno 15 minuti, rigirandolo di tanto in tanto.
Lavate bene le foglie e i gambi dei finocchi, tagliateli a fettine e riponeteli nell’acqua bollente salata. Aggiungete anche i porri affettati.
Abbassate il fuoco e continuate a far cuocere per altri 20 minuti. Trascorso questo tempo, passate la zuppa con il frullatore a immersione, condite con il resto dell’olio e aggiustate di sale. Servite con i crostini.
Secondo il vostro gusto, aggiungete anche un pizzico di peperoncino e spolverate sulla zuppa il parmigiano o il pepe. O ancora, aggiungete un cucchiaio di yogurt o panna acida.
VELLUTATA CON FOGLIE ESTERNE E GAMBI DEL FINOCCHIO
INGREDIENTI
400 gr di foglie esterne e gambi di finocchio
300 gr di patate
3 cucchiai di porri tagliati a rondelle
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 bicchiere di brodo vegetale caldo
Pepe o altre spezie
PREPARAZIONE
Lavate e sbucciate le patate e poi tagliatele a pezzetti. Stessa cosa per gli scarti del finocchio. Fate cuocere sia le patate che i gambi e le foglie esterne dei finocchi al vapore.
Riponete in un tegame antiaderente a bordi alti il porro tagliato a rondelle e l’olio extravergine di oliva.
Scaldate e aggiungete le verdure tagliate e cotte al vapore.
Aggiungete il brodo vegetale caldo e frullate.
Fate cuocere per circa 10 minuti, dividete in porzioni e servite con una grattugiata di pepe o noce moscata.
Un consiglio: la ricetta non prevede sale perché, uno dei vantaggi di questa vellutata è che è ricca di potassio e povera di sodio quindi ha delle naturali proprietà diuretiche, che non vale la pena di “rovinare”: pepe o noce moscata risolvono perfettamente la “questione gusto”.
POLPA DI FINOCCHIO E CROSTINI
INGREDIENTI
1 finocchio, gli scarti (in base al numero di persone)
Olio q.b.
Sale q.b.
1 spicchio d’aglio
Peperoncino q.b.
PREPARAZIONE
Private gli scarti del finocchio di tutte le nervature più esterne, tagliateli finemente e lasciateli bollire per dici minuti, in modo che si inteneriranno, conservando un po’ di acqua di cottura.
In una padella fate soffriggere un po’ d’olio con dell’aglio tritato insieme al peperoncino sbriciolato. Versate nel soffritto i finocchi bolliti ed aggiungete un po’ di acqua di cottura e lasciate cuocere, fino a che non diventino una poltiglia.
Lasciate raffreddare e gustatevi un ottimo antipasto che potete decorare con dei crostini e un filo d’olio di oliva.

 

Rispondi