fbpx

Category Archives: Ricette contadine

Ricette con Zucca!

E’ iniziata la stagione delle zucche! Il campo ne è pieno, sono ottime e hanno un bellissimo aspetto… vi consigliamo di provarle, suggerendovi una gustosa ricetta:

VELLUTATA DI ZUCCA HOKKAIDO
La vellutata è resa piú appetitosa e scenografica, usando come zuppiera la zucca svuotata. Naturalmente è necessario che la zucca sia piccola o di medie dimensioni. Le zucche Hokkaido si prestano molto bene ad essere usate come zuppiere, perché hanno la forma e la dimensione ideale!

vellutata-di-ucca-hokkaido
Ingredienti:
– 500 g di zucca hokkaido;
– 5 patate;
– 2 carote;
– 1 cipolla
– 700 ml d’acqua tiepida:
– 1 dado di brodo vegetale
– 3 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva;
– 200 g di panna acida;
– 1 presa di sale:
– pepe nero, noce moscata e prezzemolo q.b.

Iniziamo preparando la zucca che farà da zuppiera per la vellutata. Tagliamo circa 1/3 della parte superiore della zucca. Iniziamo a svuotare togliendo prima i semi e poi raschiando la zucca sulle pareti. Attenzione a non forare le pareti mentre estraiamo il frutto. Peliamo le patate, le carote e sbucciamo la cipolla che tagliaremo a cubetti. In una pentola capiente versiamo l’olio d’oliva, facciamo riscaldare per un paio di minuti, versiamo la zucca tagliata a cubetti con le patate, le carote e la cipolla e condiamo con sale, un pizzico di pepe e noce moscata e lasciamo rosolare per 5 minuti. A parte sciogliamo il dado nell’acqua tiepida e versiamo in pentola in modo che copra tutte le verdure, copriamo e lasciamo cuocere per 30 minuti circa a fuoco lento. A questo punto le verdure saranno cotte, versiamo 150 ml di panna acida e frulliamo, con un frullatore ad immersione, finché non otterremo una vellutata liscia. Laviamo bene l’involucro della zucca asciughiamo con carta cucina e versiamo dentro la vellutata. Prima di servire, decoriamo con la panna acida, il prezzemolo e una manciata di pepe nero.

BIETA GRATINATA

bietagratinata

La bieta gratinata è un ottimo contorno che si può anche preparare con un po’ di anticipo, ma va gratinata soltanto prima di servirla in modo che sia calda e filante.

INGREDIENTI

  • 500 g di bieta bianca
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale fino
  • Parmigiano Reggiano

PREPARAZIONE

  1. Pulire la bieta separando le coste dalle foglie. Se le coste sono molto lunghe tagliarle in due pezzi.
  2. Sciacquare bene.
  3. Cuocere a vapore per 20 minuti, oppure lessare in abbondante acqua salata per 15 minuti. Mettere per prime le coste e dopo 5 minuti unire le foglie.
  4. Quando la bieta è cotta, ritirarla e scolarla molto bene.
  5. Metterla in una pirofila unta, condirla con un cucchiaio d’olio, un pizzico di sale e girare accuratamente. Cospargere con abbondante parmigiano reggiano grattugiato e passare 5 minuti sotto il grill del forno, prolungando di qualche minuto la cottura finché non si sarà ben dorata.
  6. Servire calda.

Purè di fave e cicoria

FAVE_E_CICORIA

PURE’ DI FAVE E CICORIA

Ingredienti:
2 kg di fave
0,700 di cicoria
olio di oliva
Sale q.b.

Pulite e lavate la cicoria, sbucciate le fave. Lessate la cicoria e lessate le fave.
Una volta lessate le fave riducetele in purea con l’ausilio di un frullatore ad immersione o simili, volendo si possono anche semplicemente schiacciare con la forchetta nello stesso piatto dove andate a mettere la cicoria lessata, completate condendo il tutto con sale ed olio ed accompagnando con pane bruschettato!
Semplice e saporito di sana origine pugliese!
Buon appetito !!

La ricetta: torta salata di cavolfiore e groviera

foto_ricetta_291214

INGREDIENTI                                            

  • Pasta: 1 rotolo di pasta brisè
  • Ripieno: 500 gr di cime di Cavolfiore
  • 250 ml di besciamella
  • 4 uova
  • 50 gr di groviera grattugiata
  • Sale, pepe e noce moscata

PREPARAZIONE

Amici, eccovi un altro piacevole modo di portare a tavola il cavolfiore. Seguite il procedimento.

Utilizzate, innanzitutto, la pasta brisè in rotoli pronta per l’uso; poi, predisporre la stessa sul fondo di una tortiera di diametro 28 cm. Ah, nel frattempo accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 180°!

Seconda fase: lessare le cime del cavolfiore per circa 10 minuti in acqua bollente salata, ed una volta cotte riducete le cime in purea, aggiungendo i rossi dell’uovo, la besciamella, sale, pepe e noce moscata. Dopodiché, mescolare tutti gli ingredienti perché risultino ben amalgamati tra di loro. Infine, incorporare gli albumi delle uova montati a neve.

Ed eccoci quasi alla fine: a questo punto, infatti, va versato il composto nella tortiera. Spolverare infine la superficie con il groviera grattugiato e, poi, finalmente infornare a 180° per circa 30-35 minuti.

La torta salata va servita a temperatura ambiente.

 

Buon Appetito!