fbpx

Category Archives: Il Cammino

Ricetta contadina no spreco

Questa ricetta consente di utilizzare le foglie esterne dei cavoli e dei broccoli che solitamente vengono buttate quando si pulisce la verdura.
Il risultato è un ottimo piatto gustoso, sano e salvaeuro!

 

 

 

Ingredienti per 6 persone 

  • 600 gr di foglie di broccoli
  • 4 patate
  • 1 porro
  • scamorza affumicata
  • sale
  • olio
  • pepe

Preparazione
Si inizia lavando e tagliando a fettine un porro. Quindi mettere in pentola, aggiungere un pò di olio e di acqua e far rosolare.
Lavare le foglie dei broccoli, eliminare la parte più dura (quella finale) e, tagliare a striscioline.
Mettere le foglie in una padella insieme al porro e lasciar cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo acqua al bisogno e un pò di sale.
Nel frattempo tagliare a fettine le patate e bollirle non cucinandole troppo.
Quando le foglie dei broccoli saranno cotti si aggiungono alle patate mescolando il tutto.
Mettere le verdure in una pirofila e sulla superficie mettere fettine di scamorza affumicata e del pepe macinato.
Infornare per qualche minuto per far sciogliere e dorare il formaggio e servire.

La ricetta si può realizzare anche in pentola a pressione per diminuire i tempi di cottura o cuocendo contemporaneamente le foglie di broccolo e le patate, dopo aver fatto appassire il porro.
Si possono scegliere anche altri ortaggi: foglie di verza, cavolfiore o altro.

Ricette d’a-mare: Tiramisù

È un ricetta realizzata dalle mamme del Laboratorio di Cucina “Mamme e bambini d’a-mare” che ogni martedì si svolge presso il Casale “Il Cammino”.

 

 

 

 

INGREDIENTI per 4 PERSONE

  • 300 gr di savoiardi
  • 4 uova medie freschissime
  • 500 gr di mascarpone
  • 100 gr di zucchero
  • 300 gr di caffè dalla moka già zuccherato a piacere
  • q.b. cacao amaro in polvere

PREPARAZIONE
Per preparare il tiramisù, è necessario cominciare dalle uova, che devono essere freschissime. Separare accuratamente gli albumi dai tuorli , ricordando che per montare bene gli albumi, questi non dovranno presentare alcuna traccia di tuorlo. Poi montare i tuorli con le fruste elettriche, versando solo metà dose di zucchero .
Non appena il composto sarà diventato chiaro e spumoso e con le fruste ancora in funzione, si può aggiungere il mascarpone, poco alla volta.
Incorporato tutto il formaggio, si otterrà una crema densa e compatta, da tenere da parte .
Pulire molto bene le fruste e passare a montare gli albumi versando il restante zucchero un pò alla volta. Montarli a neve ben ferma. Si otterrà questo risultato quando rovesciando la ciotola la massa non si muoverà. Prendere una cucchiaiata di albumi e versarla nella ciotola con i tuorli e lo zucchero e mescolare energicamente con una spatola, così da stemperare il composto. 
Procedere ad aggiungere la restante parte di albumi, poco alla volta mescolando molto delicatamente dal basso verso l’alto. 
Una volta pronto, distribuire una generosa cucchiaiata di crema sul fondo di una pirofila da 30×20 cm e distribuire per bene. Poi inzuppare per pochi istanti i savoiardi nel caffè freddo già zuccherato a piacimento, prima da un lato e poi dall’altro. Man mano distribuire i savoiardi imbevuti sulla crema, tutti in un verso, così da ottenere un primo strato sul quale andrete a distribuire una parte della crema al mascarpone. 
Livellare la superficie, spolverizzarla con del cacao amaro in polvere e lasciare rassodare in frigorifero per un paio d’ore.

Il tiramisù è pronto per essere gustato. 


Incontro del 21 gennaio 2020.

Buon Appetito!

Ricette d’a-mare: Polpette di Cavolfiori e Patate

È un ricetta realizzata dalle mamme del Laboratorio di Cucina “Mamme e bambini d’a-mare” che ogni martedì si svolge presso il Casale “Il Cammino”.
Una cuoca professionista aiuta le mamme che vivono in Case Famiglia e in Centri di Accoglienza, a scoprire, sviluppare e potenziare le loro competenze operative e relazionali.
Quale strumento migliore della cucina per imparare come si organizza il lavoro in gruppo e come si raggiunge un obiettivo comune? Attraverso la preparazione di gustosi piatti, a base dei prodotti freschi e biologici del nostro orto, le mamme non imparano solo a cucinare, ma a lavorare insieme, a mettere in comune i propri talenti, ad avere cura degli spazi propri e dell’altro.


INGREDIENTI per 10 POLPETTE                                           

  • 300 gr di cavolfiori lessi
  • 300 gr di patate lesse
  • 2 cucchiai di parmigiano o grana
  • 1 uovo
  • 50 gr di formaggio tipo scamorza
  • q.b. noce moscata
  • q.b. sale fino
  • q.b. pangrattato
  • q.b. Olio di oliva
  • mandorle

PREPARAZIONE
Tagliare le cimette del cavolfiore, eliminando il gambo e lavarle sotto acqua corrente.
Pelare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti.
Lessare in acqua bollente oppure, cuocere al vapore. In questo modo risulteranno meno acquose e più asciutte, perfette per la preparazione di crocchette e polpette. Appena cavolfiori e patate saranno cotti, scolarli bene, ridurli in purea con un passa-verdure o un minipimer. Salare, aggiungere noce moscata o altri aromi, come pepe nero.
Mescolare, unire il parmigiano o il grana grattugiati.
Unire soltanto il tuorlo d’uovo e tenere da parte l’albume che servirà per la impanatura.
Mescolare amalgamando bene tutti gli ingredienti. Nel caso l’impasto dovesse risultare morbido, aggiungere del pangrattato.
Fare delle crocchette, unendo al centro, nel palmo della mano, un cubetto di formaggio.
Sigillarle bene, compattandole. Sbattete l’albume con un pizzico di sale e passarvi all’interno le crocchette una ad una; poi impanarle nel pangrattato.
Adagiare le polpette su una leccarda ricoperta di carta forno. Cospargere le polpette con olio di oliva. Preriscaldare il forno a 180° in modalità statica ed infornare le polpette per circa 20 minuti, avendo cura di girarle delicatamente a metà cottura, senza romperle.
In alternativa, cuocerle per 10-15 minuti circa nel ripiano in basso ed altrettanti nel ripiano in alto.
Servire le polpette con una fresca insalata verde, per completare il secondo piatto.


Incontro del 17 dicembre 2019.

Buon Appetito!

Calendario 2020 La Nuova Arca

Un nuovo anno di sorrisi con il Calendario 2020 de la nuova arca!

Mese dopo mese, ripercorreremo insieme quanto fatto fino ad oggi e scopriremo i sogni che ci guidano nel cammino di domani. In comodo cartonato e in formato 32×24, il calendario è pensato per poter essere comodamente appeso in casa o in ufficio e prendere nota di impegni ed appuntamenti. Ogni mese, oltre alle foto, sarete accompagnati da una frase che abbiamo scelto perché rappresenta e ispira ciò che ogni giorno facciamo a La Nuova Arca e che vorremo fare sempre meglio insieme a voi.

Ogni calendario ha un costo di 5 €. Per ordinarli, basta cliccare sul bottone sottostante o contattarci ai seguenti recapiti: 0645668556 – info@lanuovaarca.org.

 

Ordina il tuo Calendario

 

 

Clicca sull’immagine e sfoglia il Calendario 2020 in anteprima!

Agricoltura…in Cammino

Cosa

In quest’ultimo anno Il Cammino, la nostra sede in Via di Castel di Leva, è stata scenario brulicante di nuove idee, lavori in corso, lento crescere di una nuova realtà tutta da scoprire e….da vivere con te!

Per questo ti aspettiamo per poterti presentare tutte le attività che bollono in pentola: dal Giardino Sensoriale, per la prima volta aperto al pubblico, al nuovo Orto e Frutteto Bio, dal nuovo spazio eventi ai corsi e ai laboratori settimanali che sono in partenza e a molto altro ancora! Ti aspettiamo con la tua famiglia e i tuoi amici! L’ evento è gratuito ma la prenotazione obbligatoria: compila il modulo al link di seguito per farci sapere che ci sarai.

 

Conferma la tua partecipazione

Quando

L’appuntamento è per Sabato 23 Novembre alle ore 15.00 per trascorrere insieme il pomeriggio e concludere alle 18.00 con Happy Hour offerta da La Nuova Arca!

  • 15.00-16.00: Visita al Giardino Sensoriale e Laboratorio creativo per i più piccoli. L’attività sarà annullata in caso di pioggia
  • 16.00-18.00: Presentazione delle nuove attività in partenza
  • 18.00-19.00: Happy Hour offerto da La Nuova Arca e saluti

Dalle 16.00 alle 18.00, spazio gioco riservato ai più piccoli.

Dove

Presso la sede de La Nuova Arca, Il Cammino in Via di Castel di Leva 416 (Roma).

 

Scopriamo insieme il Giardino Sensoriale

ATTENZIONE: CAUSA PIOGGIA L’EVENTO E’ RIMANDATO A SABATO 23 NOVEMBRE

Partecipa all’evento del 23/11

——————————————————————————————————————–

Cosa

Che cos’è un Giardino Sensoriale? Quali piante lo costituiscono? Qual è il suo scopo e quali le sue proprietà? Per la prima volta apre all’esterno il Giardino Sensoriale che da un anno a questa parte ha lentamente preso forma presso la nostra sede di Via di Castel di Leva, in una giornata speciale, dedicata a tutti gli amici che da tempo ci conoscono e sostengono. Ti aspettiamo con la tua famiglia e i tuoi amici! L’ evento è gratuito ma la prenotazione obbligatoria: compila il modulo al link di seguito per farci sapere che ci sarai.

 

Conferma la tua partecipazione

Quando

L’appuntamento è per Sabato 9 Novembre alle ore 15.00 per:

  • Visita guidata al Giardino Sensoriale
  • Laboratorio esperienziale per i più piccoli
  • Merenda finale insieme

Per la merenda, porta qualcosa da condividere, perché insieme è più bello!

Dove

Presso la sede de La Nuova Arca, Il Cammino in Via di Castel di Leva 416 (Roma).

 

Opportunità di Servizio Civile a La Nuova Arca

E’ online il calendario dei colloqui di selezione per il progetto Solidarietà Femminile. Si ricorda a tutti i candidati di confermare la propria presenza e che il non presentarsi al colloquio equivale automaticamente all’esclusione dalla graduatoria finale.

 

Consulta il Calendario dei Colloqui

 

 

Hai tra i 18 e i 28 anni? Senti il desiderio di metterti in gioco, dedicando un anno al servizio degli altri e alla scoperta di te stesso? Cogli al balzo l’opportunità e candidati per il Bando di Servizio Civile 2019: la scadenza per l’invio delle domande è stata prorogata fino alle ore 14.00 di Giovedì 17 Ottobre!

Servizio Civile Nazionale con La Nuova Arca

La Nuova Arca, tramite il coordinamento nazionale del servizio civile CESC Project, ha presentato e visto approvare il progetto Solidarietà Femminile, afferente alla realtà della Casa Famiglia La Tenda di Abramo.

  • Progetto “Solidarietà Femminile” (area:assistenza donne con minori a carico). 
    I volontari opereranno presso la casa famiglia La Tenda di Abramo, destinata all’accoglienza di donne sole con bambini, con sede in Via dei Casali di Porta Medaglia 41. Saranno coinvolti nella vita comunitaria della casa famiglia; nell’ideazione e realizzazione di attività ludiche, educative e di socializzazione rivolte tanto alle mamme quanto ai bambini; nelle attività di coordinamento con le altre realtà a Mam&Co, la Rete Mamma-Bambino del LazioPosti disponibili: 4. Scopri il progetto!

Cos’è il servizio civile

Il Servizio Civile, istituito con legge 6 marzo 2001 n° 64, è l’opportunità pensata per tutti i giovani dai 18 ai 28 anni di “difendere la patria con mezzi non armati e non violenti” e “favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale”, dedicando un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico, inteso come impegno per il bene di tutti partendo dall’inclusione dei più vulnerabili. Prevede un rimborso netto di € 439,50 mensili e un percorso formativo, utile anche per discernere il proprio futuro professionale.

Che cosa offre

  • Rimborso mensile di 439,50 €
  • Formazione sulle aree di progetto
  • Attestato di partecipazione al servizio civile
  • Durata 12 mesi (1145 ore / 25h a settimana per 5 o 6 giorni di servizio)

Puoi partecipare se… 

  • Hai compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della tua domanda;
  • sei cittadina o cittadino dell’Unione europea o cittadino non comunitario regolarmente soggiornante;
  • non hai riportato condanne anche non definitive;
  • non hai già prestato servizio civile in qualità di volontaria o volontario ai sensi della legge n. 64 del 2001, o non hai interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • non hai in corso con noi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero non hai avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Come candidarsi

Da quest’anno, potrai presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Potrai accedere alla piattaforma attraverso SPID, il “Sistema Pubblico d’Identità Digitale” con un livello di sicurezza 2. Sul sito dell’AGID – Agenzia per l’Italia digitale (www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid) sono disponibili tutte le informazioni necessarie, anche con faq e tutorial, per richiedere lo SPID indispensabile per poter presentare la candidatura.

La procedura richiede alcuni giorni per essere portata a termine, non aspettare l’ultimo momento!

Contatti

Se vuoi saperne di più, compila il modulo di seguito e ti ricontatteremo di persona.

In alternativa, ci puoi contattare scrivendo ad info@lanuovaarca.org o telefonando al numero 0645668556. Ti aspettiamo!

 

Il Centro Estivo per noi

Il centro estivo de La Nuova Arca fin dalla sua progettazione ha voluto essere un luogo di inclusione, rispetto e divertimento per tutti i bambini: i bambini della nostra Casa Famiglia, i bambini del quartiere, i bambini con fragilità… di diverse nazionalità, tutti portatori di saperi da condividere. In questo momento storico di chiusura e intolleranza verso il “diverso” volevamo fortemente testimoniare il pensiero che ci caratterizza di rispetto dell’Altro e di Apertura.

Le nostre giornate si svolgono in un contesto accogliente e stimolante, gli spazi verdi ampi e ben curati restituiscono un senso di Bellezza e armonia fondamentali per creare un clima sereno e creativo. I bambini partecipano attivamente al mantenimento di questo equilibrio prendendosi cura delle piante, dando loro acqua e togliendo le erbacce. Tutti i bambini possono beneficiare di questi momenti, ognuno con i suoi tempi e le sue modalità ma tutti concorrono ad un obiettivo comune: il rispetto dell’ambiente dove viviamo. Questi piccoli gesti quotidiani, apparentemente banali, veicolano significati profondi e restituiscono dignità a chi li compie. Il cambiamento avviene a piccoli passi e noi lentamente stiamo cercando di attuarlo.

La mattina dopo il gioco libero, vi è il cerchio della colazione prevalentemente con frutta biologica, tutti i bambini chi in autonomia, chi con il proprio educatore di supporto, partecipano all’organizzazione e alla condivisione delle attività della giornata. I bimbi più fragili sono portatori di energia e gioia di vivere nonostante le difficoltà evidenti nel compiere azioni quotidiane, le persone che li aiutano fanno parte ormai del gruppo e non sono vissute come supporto specifico del bimbo più fragile. La potenza dei bambini ci permette spesso di fare un passo indietro come educatori di sostegno, basta un sorriso, un abbraccio spontaneo, un prendersi per mano tra bimbi che le differenze si allentano.

I laboratori creativi, svolti in un clima di libertà e assenza di giudizio permettono la libera espressione di parti di sé più private e preziose, la condivisione di questi momenti arricchisce e consolida il gruppo. Le difficoltà e la fatica a volte creano sconforto ma il desiderio di creare uno spazio diverso dove le differenze sono preziose ci dona forza e motivazione.

Tutto questo percorso è reso possibile da diverse persone.

Gli operatori che con passione si dedicano a questa avventura.

I ragazzi del campo provenienti dal Centrafrica, che con la loro pazienza veicolano un’immagine maschile positiva accudente e contenitiva e sono un prezioso punto di riferimento soprattutto nei momenti di difficoltà. Si prendono sotto l’ala protettiva i bimbi a volte più agitati, offrendo loro un ruolo importante.

I nostri sostenitori, che con i loro aiuto finanziario hanno permesso a bambini con difficoltà economiche di beneficiare di questa opportunità ma soprattutto ai bambi con bisogni speciali di frequentare il centro estivo che senza un supporto adeguato, sarebbe stata impossibile una corretta integrazione.

Tutta l’equipe de La Nuova Arca che in via diretta ed indiretta concorre a creare un clima sereno, accogliente e stimolante per tutti i partecipanti a questo Cammino.

GRAZIE per aver partecipato con noi: insieme si possono raggiungere sempre nuovi traguardi!