fbpx

Category Archives: GAS

Frittelle con le foglie di sedano

Cosa fare con le foglie di sedano? Questa verdura in frigo non manca mai, la usiamo per preparare minestre, per insaporire diverse pietanze e anche per ricette fai da te come il dado vegetale fatto in casa. Guai però a sprecarne le foglie, che sono una materia prima sana e leggera per preparare delle gustosissime ricette: questa settimana vi proponiamo di trasformarle in gustose frittelle!

Ingredienti (per 4 persone)

  • 100 gr di foglie di Sedano
  • 5 cucchiai di Farina
  • Acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • 2 cucchiai di pecorino
  • 1 uovo
  • Olio di semi per la frittura

Procedimento

  1. Mondare le foglie di sedano e sminuzzarle con le forbici o con un coltello in modo grossolano.
  2. Preparare a parte la pastella con la farina, l’acqua, i formaggi (se preferite sapori più delicati usate soltanto il parmigiano, 5 cucchiai in tutto), l’uovo e il sale.
  3. Unire, in ultimo, le foglie di sedano. Per una perfetta riuscita le foglie di sedano dovranno prevalere in quantità rispetto alla pastella, che deve servire più che altro da “collante”.
  4. Friggere le frittelle (createle prendendo il composto a cucchiaiate) in olio di semi bollente.
  5. Servire le frittelle calde.

Trofiette con vongole, fiori di zucca e zafferano

 

 

Una ricetta gustosa e saporita, che unisce terra e mare ed è perfetta per dare un tocco di originalità ad un pranzo tra amici.

Ingredienti (per 4 persone)

  • 400 gr di Trofie
  • 8 Fiori di Zucca
  • 1 kg di Vongole
  • Zafferano
  • Peperoncino
  • Sale
  • Aglio
  • Olio EVO
  • Pepe nero in grani

Procedimento

  1. Far spurgare le vongole in un recipiente con acqua e sale per alcune ore, poi saltarle in padella a fuoco vivo in modo che si aprano. Una volta aperte, sgusciarle e unirle in una bacinella al liquido di cottura privato dell’eventuale sabbia.
  2. Mettere in padella olio, uno spicchio d’aglio e una punta di peperoncino fresco. Non appena l’aglio imbiondisce, toglierlo e aggiungere, a filo, il liquido di cottura delle vongole e i fiori di zucca tagliati a strisce. Lasciare restringere per qualche minuto.
  3. Cuocere nel mentre le trofie in abbondante acqua bollente e salata.
  4. Raggiunta la giusta densità del sugo, unire nella padella un pizzico di zafferano, una macinata di pepe, alzare la fiamma e trasferire la pasta cotta al dente e le vongole. Mescolare velocemente.
  5. Servire caldo.

E’ tempo di Cena Sotto le Stelle!

Cosa

L’estate finalmente è arrivata e noi de La Nuova Arca non vediamo l’ora di festeggiarla insieme! I preparativi sono iniziati, cuochi e cuoche sono al lavoro e perché la Cena Sotto le Stelle sia ancora più bella degli scorsi anni manca solo la tua adesione! La prenotazione è obbligatoria e i posti limitati, affrettati!

 

Prenota il tuo tavolo!

Quando

Quest’anno ti aspettiamo Venerdì 5 Luglio per condividere insieme una serata di buon cibo e musica!

Dove

L’appuntamento è presso la nostra sede in Via dei Casali di Porta Medaglia 41, a partire dalle 19.30.

Quote di partecipazione

Quote di partecipazione:

  • Adulti, 20 €
  • Bambini 4-12 anni, 10 €
  • Bambini 0-3 anni, gratuito

 

Spaghetti al pesto di fave

 

Una ricetta primaverile, per proporre le fave in una veste nuova! Potete scegliere di usare come condimento il solo pesto o di arricchire il vostro piatto con l’aggiunta di pistacchi, burrata e scorza di limone, come vi suggeriamo di seguito.

Ingredienti (per 4 persone)

  • Spaghetti 400 gr
  • Pistacchi sgusciati 60 gr
  • Burrata 50 gr
  • Scorza di limone

Per il pesto

  • Fave da sgranare 1 kg
  • Pecorino romano grattuggiato 70 gr
  • Basilico 20 gr
  • Olio EVO
  • Timo
  • Sale fino
  • Pepe nero

Procedimento

  1. Per preparare il pesto, inserite nel mixer le fave sgusciate (anche della loro pellicina esterna), le foglie di timo e di basilico, il pecorino grattuggiato, l’olio, il sale e il pepe. Frullate il tutto aggiungendo un pochino d’acqua per evitare che il pesto venga troppo denso.
  2. Versate i pistacchi in una padella calda e lasciateli tostare per circa 5 minuti. Toglieteli poi dalla padella, lasciateli raffreddare e quindi tritateli in pezzetti con un coltello.
  3. Nel mentre, cuocete gli spaghetti in acqua bollente e salata. Una volta cotta, scolatela, tenendo da parte un bicchiere di acqua di cottura. Aggiungete quindi il pesto, allungandolo con l’acqua di cottura se necessario.
  4. Servite gli spaghetti nei piatti e, per rendere il tutto ancora più sfizioso, guarnite con granella di pistacchi, scorza di limone, un pizzico di pepe e ciuffetti di burrata.

Pasta con fave e piselli

 

Un piatto verde e allegro, che valorizza al meglio i legumi tipici di questa stagione e l’accoppiata vincente fave e pecorino. Rapido e gustoso, è perfetto anche per chi preferisce piatti vegetariani.

Ingredienti (per 4 persone)

  • Penne 320 gr
  • Fave 250 gr
  • Pecorino grattuggiato 30 gr
  • Porri 100 gr
  • Piselli sgusciati 150 gr
  • Olio EVO
  • Sale fine
  • Pepe nero
  • Timo

Procedimento

  1. Come prima cosa, mettete sul fuoco l’acqua della pasta e salatela quando bolle.
  2. Procedete poi a pulire le fave e i piselli, estraendoli dal bacello e sciacquandoli con acqua, e a preparare i porri, eliminandone le due estremità e le foglie esterne più coriacee e tagliando la rimanente parte bianca in sottili rondelle.
  3. In un tegame capiente, scaldate l’olio di oliva e aggiungete le rondelle di porro, facendole rosolare per un minuto. Quindi aggiungete un mestolo di acqua di cottura e lasciate appassire il porro per circa 10 minuti.
  4. Aggiungete al tegame fave e piselli e lasciateli cuocere per una decina di minuti, poi salate e pepate.
  5. Nel mentre, cuocete le penne al dente e, una volta pronte, scolatele direttamente nel tegame con le verdure.
  6. Aggiungete il pecorino grattuggiato e qualche foglia di timo per insaporire, mescolate per amalgamare e servite ben caldo.

1 Maggio, che festa!

1 Maggio, che festa! Ieri avete partecipato veramente in tantissimo, eravamo più di cento! E’ stata una giornata di festa in famiglia, insieme con quegli amici che da tempo ci accompagnano ma anche con tanti amici nuovi venuti a trovarci per la prima volta. Tra laboratori creativi, pittura, pacciamatura, tiro alla fune e grigliata, la giornata è trascorsa in allegria e calore. Ve la raccontiamo per immagini, ringraziandovi di cuore!

Totani ripieni di bieta

 

In questo periodo di preparazione alla Pasqua e di transizione tra le verdure più squisitamente invernali e le primizie primaverili, vi proponiamo un piatto originale e gustoso che unisce alla bieta, ancora presente sulle nostre tavole, la freschezza dei totani.

Ingredienti (per 4 persone)

  • 4 totani
  • 2 cipolle
  • 400 gr di patate
  • Olio
  • Sale
  • Una manciatina di olive
  • Peperoncino q.b.

Per il ripieno:

  • Due pugni di bietole bollite e ben strizzate
  • Una manciata di parmigiano
  • 1 uovo
  • 1 spicchio di aglio piccolo
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Affettate le cipolle e disponetele in una casseruola a bordi bassi, facendo soffriggere a fuoco basso.
  2. Nel mentre, tagliate la bieta a pezzetti con il coltello, mettetela in una ciotola e aggiungete uovo, parmigiano, sale, uno spicchio di aglio spremuto, un pochino di prezzemolo tritato ed un pizzico di sale.
  3. Riempite i totani con questo composto e chiudeteli con uno stuzzicadenti in modo da non far fuoriuscire il ripieno. Mettete quindi i totani ripieni ed i loro tentacoli casseruola con la cipolla ormai stufata ed aggiungete le patate tagliate a pezzettoni. Aggiunegete un bicchiere di acqua calda e, se serve, un secondo pizzico di sale, quindi lasciate cuocere.
  4. Una volta pronto, aggiungere del prezzemolo tritato e servite.