Category Archives: Agricoltura Sociale

Il nostro stand al Circo Massimo

Il Villaggio Coldiretti è stato un vero successo raccontando un’Italia ricca di prodotti di eccellenza e di aziende agricole che portano avanti il loro lavoro con molta passione, serietà e dedizione.
I bambini ed i ragazzi che abbiamo incontrato nel nostro laboratorio erano felici ed entusiasti, hanno avuto la possibilità di vivere giornate speciali a contatto con la natura, il buon cibo e gli animali presenti nella fattoria.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chips di zucchine

Croccanti, deliziose, semplici e veloci da preparare, le chips di zucchine sono l’ideale per un aperitivo in compagnia degli amici e un’ottima alternativa da proporre ai bambini al posto delle patatine fritte.
Ottime anche come contorno per i piatti a base di pesce, le chips di zucchine possono essere fritte o cotte al forno.
Vediamo come procedere per la preparazione della ricetta delle chips di zucchine.

INGREDIENTI:
Zucchine
Sale
Farina
Olio per friggere
PREPARAZIONE:
Lavate e asciugate bene le zucchine, tagliatele a rondelle e posizionatele su un foglio di carta da cucina e tamponate in modo da eliminare i residui di acqua.
Passate le zucchine nella farina e intanto fate scaldare l’olio in padella.
Versate le zucchine a rondelle nell’olio caldo e non appena risultano dorate, scolate le chips, riponetele su un foglio di carta da cucina in modo da eliminare l’olio in eccesso e servitele calde.

In alternativa alla frittura, procedete con la cottura in forno: preriscaldate il forno a 200°, riponete le zucchine tagliate a rondelle su un foglio di carta da cucina e fatele asciugare per una-due ore.
Trascorso questo tempo posizionatele su una teglia ricoperta di carta da forno, salatele e fate cuocere in forno fino a quando non risultano dorate e croccanti.

UN CONSIGLIO
Secondo i vostri gusti, insaporite le chips di zucchine utilizzando alcune spezie come peperoncino, pepe nero, paprika o curry.
Preparate un’emulsione mescolando la spezia scelta con l’olio extravergine d’oliva, spennellatela sulle chips e poi procedete con la cottura in padella o in forno.

Pesto no spreco …

Gustoso e molto profumato, il pesto di zucchine è una variante deliziosa del tradizionale pesto alla genovese e l’ideale per tante sfiziose ricette estive.
Perfetto come condimento per la pasta, il pesto di zucchine è anche l’ideale con le bruschette di pane e per arricchire tanti diversi antipasti, soprattutto quelli a base di pesce e formaggio.

Una volta pronto, conservatelo in un barattolo in frigorifero per qualche giorno con l’aggiunta di un filo d’olio in superficie e ricoperto da una pellicola trasparente.

Ingredienti:
5-6 zucchine
10 foglie di basilico
30 grammi d mandorle o pinoli
1 spicchio d’aglio
olio circa 6 cucchiai
sale q.b.
parmigiano q.b
Procedimento:
Lavare le zucchine e lessatele per 5 minuti.
Nel mixer frullare il basilico con mandorle, olio e aglio. Aggiungere subito dopo le zucchine e il parmigiano.
Mescolate bene e…il pesto è pronto!
Buon appetito!!

Opportunità di Servizio Civile a La Nuova Arca

Featured

Selezione dei candidati

Sono ora disponibili online sul sito del Cesc Project gli appuntamenti per i colloqui di selezione relativi ai progetti aventi sede presso La Nuova Arca. Si ricorda che chi, pur avendo presentato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo, sarà escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.

Consulta qui il calendario pubblicato da Cesc Project.

——————————————————————————————————————————————————-

Hai tra i 18 e i 28 anni? Senti il desiderio di metterti in gioco, dedicando un anno al servizio degli altri e alla scoperta di te stesso? Cogli al balzo l’opportunità e candidati per il Bando di Servizio Civile 2018, hai tempo fino a Venerdì 28 Settembre!

La Nuova Arca, tramite il coordinamento nazionale del servizio civile CESC Project, ha presentato e visto approvare tre diversi progetti, uno afferente alla realtà della Casa Famiglia La Tenda di Abramo e due all’attività di Agricoltura Sociale, per un totale di 11 posti disponibili nei tre progetti:

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
  • In Cammino con Noi (area:assistenza donne con minori a carico). 
    I volontari opereranno presso la casa famiglia La Tenda di Abramo, destinata all’accoglienza di donne sole con bambini, con sede in Via dei Casali di Porta Medaglia 41. Posti disponibili: 4. Scopri il progetto!
  • Figli della Stessa Terra (area: interventi di animazione nel territorio). 
    I volontari prenderanno parte alle attività proprie de La Nuova Arca Agricoltura Sociale; sede in Via Giovanni Gregorio Mendel 151. Posti disponibili: 4. Scopri il progetto!

Consulta i criteri di selezione per i progetti SCN.

PROGETTI SPERIMENTALI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Consulta i criteri di selezione per progetti SCU sperimentali con posti riservati a giovani con minori opportunità.

Cos’è il servizio civile

Il Servizio Civile, istituito con legge 6 marzo 2001 n° 64, è l’opportunità pensata per tutti i giovani dai 18 ai 28 anni di “difendere la patria con mezzi non armati e non violenti” e “favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale”, dedicando un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico, inteso come impegno per il bene di tutti partendo dall’inclusione dei più vulnerabili. Prevede un rimborso netto di € 433,80 mensili e un percorso formativo, utile anche per discernere il proprio futuro professionale.

Puoi partecipare se… 

  • Hai compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della tua domanda;
  • sei cittadina o cittadino dell’Unione europea o cittadino non comunitario regolarmente soggiornante;
  • non hai riportato condanne anche non definitive;
  • non hai già prestato servizio civile in qualità di volontaria o volontario ai sensi della legge n. 64 del 2001, o non hai interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • non hai in corso con noi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero non hai avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Come candidarsi

Per presentare domanda per uno dei nostri progetti, vanno compilati e/o inviati:

  1. Allegato 3 di domanda compilato con data e firma;
  2. Allegato 4 di domanda compilato con data e firma (con CV allegato, copia titolo di studio e attestati vari);
  3. Copia documento identità e del codice fiscale (tessera sanitaria);
  4. Allegato 5 informativa sul diritto alla protezione dei dati personali;
  5. Allegato CESC Project informativa candidatura servizio civile.

Le domande possono essere consegnate:

  • a mano dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle 17.00 presso la sede di CESC Project in via Lungro 1 OPPURE dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 16.00 presso la sede de La Nuova Arca in Via dei Casali di Porta Medaglia 41;
  • oppure, per posta con raccomandata a/r (fa fede la DATA DI ARRIVO e NON QUELLA DI SPEDIZIONE)

all’indirizzo: CESC Project – Via Lungro 1, 00178 ROMA

  • oppure, per posta elettronica CERTIFICATA, art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf. L’indirizzo di Posta Elettronica Certificata a cui mandare la domanda è: presidente@pec.cescproject.org (Si fa presente che i giovani in possesso della PEC denominata “…@postacertificata.gov.it” non possono presentare domande ad indirizzi PEC degli enti privati no profit, atteso che con il dominio suddetto è possibile dialogare solo con enti pubblici e pertanto per la presentazione delle domande ad enti privati dovranno utilizzare una delle altre due modalità indicate all’art.4, ovvero un indirizzo PEC diverso da quello sopra indicato e di cui è titolare l’interessato).

Vi ricordiamo che può essere presentata una sola domanda per un solo progetto, pena esclusione dalla selezione.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Contatti

Se vuoi saperne di più, compila il modulo di seguito e ti ricontatteremo di persona.

In alternativa, ci puoi contattare scrivendo ad info@lanuovaarca.org o telefonando al numero 067136001. Ti aspettiamo!

 

Code di cipolla no spreco

In questa stagione il nostro orto offre la buonissima cipolla frasca. Cosa fare con le code di cipolla? Chiaramente non vanno sprecate!!

Una nostra affezionata gasista ci suggerisce l’utilizzo per la preparazione di frittata o torta rustica.
Basterà lavare, pulire e fare a pezzetti le code di cipolla. Ripassare in padella con olio e un goccio d’acqua e sale q.b.
Si sbattono le uova , si aggiunge pecorino/ parmigiano , basilico o prezzemolo.
Si procede a fare la frittata (in padella o al forno) o si mette questo impasto su una sfoglia di pasta frolla o brisé e si cucina in forno per circa 30 min.
Buon appetito

SPRECO? NO GRAZIE! Io sono solidale.

Quando i punti di vista e le idee dei GAS si incontrano con la disponibilità dei singoli acquirenti e con le necessità e le proposte dell’impresa agricola sociale, allora l’agricoltura sociale si fa solidale e dà vita a progetti rivoluzionari.

Il periodo estivo è per le colture orticole che maturano al sole il momento della maggiore produttività e dunque della maggiore capacità di produrre cibo. Purtroppo non tutti acquistano regolarmente e direttamente i prodotti dalla terra nei tempi e nelle quantità in cui vengono prodotti, e ciò porta allo spreco di queste preziose risorse naturali ed ai relativi impatti etici, economici, lavorativi e di giustizia.

Nasce cosi l’iniziativa: “SPRECO? NO, GRAZIE. Io sono solidale”.

Da oggi, puoi contribuire ad aumentare l’impatto sociale dei tuoi acquisti solidali! Grazie ai GAS de “La Nuova Arca”, oltre a sostenere i lavoratori della terra potrai decidere di dare l’opportunità anche a famiglie in situazioni di disagio di avere accesso a prodotti biologici e freschi.

Ecco come funziona:

  1. Sottoscrivi un abbonamento settimanale di 5, 10 o 15 € per un minimo di 12 settimane.
  2. Come sempre, ogni settimana potrai ordinare i prodotti di tuo gradimento e dall’importo dell’ordine verranno sottratti i soldi che hai anticipato con l’abbonamento.
  3. Nelle settimane in cui deciderai di non procedere con l’emissione dell’ordine, una cesta di prodotti biologici freschi, pari all’importo dell’abbonamento, verrà consegnata gratuitamente a delle famiglie bisognose del nostro territorio.

Compila il form qui sotto per sottoscrivere un abbonamento! VERRAI IMMEDIATAMENTE RICONTATTATO.

Nel periodo in cui sarai fuori provvederemo a distribuire la tua preziosa donazione e quando tornerai potrai continuare a gustare come sempre i prodotti freschi della terra, con in più la soddisfazione di avere fatto la differenza anche durante le vacanze.

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo cellulare (richiesto)

Abbonamento settimanale da 5 euroAbbonamento settimanale da 10 euroAbbonamento settimanale da 15 euro

Fagiolini no spreco

I fagiolini all’aglio e mollica di pane croccante sono un contorno ideale per accompagnare dei secondi piatti rustici o grigliati come salsicce, polpette, carne  o pesce ai ferri e tutte le pietanze cotte sul barbecue.
La mollica di pane rosolata nell’olio assieme all’aglio insaporisce piacevolmente questo ortaggio dal sapore delicato, che in questa ricetta viene esaltato e impreziosito da altri ingredienti.
Questa ricetta viene benissimo anche con i fagiolini al vapore avanzati dal giorno prima!

Ingredienti:
Fagiolini 600 g
Aglio 2 spicchi
Pane raffermo mollica 60 g
Prezzemolo 1 ciuffo
Olio extravergine d’oliva 5 cucchiai
Sale fino q.b.
Preparazione:
Spuntate e lavate i fagiolini (eventualmente togliete loro il filamento, se lo posseggono) e fateli lessare in acqua salata scolandoli quando saranno ancora croccanti.
Mettete in una padella antiaderente due cucchiai di olio, uno spicchio di aglio preventivamente sbucciato e tagliato a metà (oppure a fettine) che farete dorare leggermente; unite i fagiolini ben scolati, il sale e fateli saltare per qualche minuto, fino a che si asciughino dall’acqua di cottura.
Intanto prendete la mollica di pane raffermo e riducetela in briciole. In un’altra padella mettete 3 cucchiai di olio di oliva e uno spicchio di aglio tagliato a metà (o a fettine); quando l’olio sarà caldo unite la mollica di pane e fate rosolare il tutto fino a che diventi ben dorato e croccante. A questo punto unite tutti gli ingredienti in una sola padella, fateli saltare qualche secondo per amalgamarli, cospargete di prezzemolo tritato, aggiustate di sale e spegnete il fuoco. Servite i fagiolini all’aglio e mollica croccante ancora caldi.