fbpx

Daily Archives: settembre 16, 2020

Bilancio di un centro estivo al tempo del Covid

I bambini che hanno frequentato il centro estivo presso La Nuova Arca, hanno lasciato una scia di energia e vitalità che ancora oggi, ad esperienza conclusa, si respira e di questo ne siamo orgogliosi e riconoscenti.

Questo percorso è iniziato dopo un periodo particolare ed inusuale di isolamento forzato, che ha messo a dura prova diversi nuclei familiari del territorio. Uno dei nostri obiettivi è stato quello di rimettere in primo piano i bisogni dei bambini, creando un ambiente accogliente e stimolante che favorisse la libera espressione di ogni partecipante immerso in un contesto naturale, ma anche soddisfare le richieste delle famiglie nella gestione dei bambini nei mesi estivi.

Le attività proposte sono state all’aperto, per recuperare la dimensione del contatto con la natura; sono state dinamiche, per permettere al corpo, compresso in casa per molte settimane, di esprimersi liberamente; sono state espressive per stimolare la creatività di ciascuno, per supportare i bambini nella rielaborazione dei vissuti e delle emozioni. Abbiamo lasciato anche diversi momenti di gioco libero per permettere un sano recupero della socialità e della condivisione così costretta nei mesi precedenti.

I bambini sono stati suddivisi in piccoli gruppi di massimo 7/10 partecipanti, per rispondere alle richieste normative, e questo ci ha permesso di curare particolarmente la relazione e favorire il dialogo con e tra i partecipanti.

Le metodologie usate si sono basate sui principi della pedagogia attiva: abbiamo privilegiato attività laboratoriali, manuali e creative, giochi in piccolo gruppo, laboratori di cucina, attività corporee e percorsi psicomotori, laboratori in orto e nel giardino sensoriale. Le attività proposte erano inerenti tre tematiche: l’orto, l’arte ed il movimento per cercare di stimolare la totalità dei linguaggi dei partecipanti.

Il contesto rurale nel quale è situata la nostra realtà ci ha permesso quotidianamente la scoperta della natura, il giardino sensoriale che circonda la struttura è stato strumento di scoperta e sperimentazione sia a livello esperienziale che emozionale.

I volontari che ci hanno sostenuto nel percorso ci hanno permesso di ampliare notevolmente la nostra offerta formativa con professionisti di qualità, dal laboratorio di apicultura al laboratorio di inglese, dalla degustazione dell’olio alla preparazione del pane, dalla raccolta dei pomodori al laboratorio sui diritti dei bambini…e molto altro e di questo li ringraziamo con gratitudine.

La sinergia tra bambini, famiglie, operatori e volontari è stata straordinaria ed ha permesso a tutti di recuperare la gioia della condivisione!

Non ci resta che augurare a tutti buon inizio, grati del cammino fatto insieme!!!