Monthly Archives: giugno 2017

Che la festa abbia inizio!

SABATO 8 LUGLIO NON PRENDERE IMPEGNI! Torna la grande festa sotto le stelle e quest’anno sarà ancora più bella e speciale perché insieme festeggeremo i primi 10 anni de La Nuova Arca! 10 anni di cammino, di costruzione e scoperta, di accoglienza e condivisione, di crescita mano nelle mano!

Per un giorno il parco che circonda la Casa Famiglia si trasformerà in un villaggio in festa, ricco di stand, giochi, proposte solidali, produttori e cibarie.

L’appuntamento è in Via dei Casali di Porta Medaglia 41, a partire dalle ore 18.00. Troverete ad accogliervi:

  • L’area dei Giochi di strada, con il tiro alla fune, la corsa con i sacchi e molto di più;
  • I pony dell’Associazione Equestre Il Castello, che offriranno una passeggiata speciale ai più piccini;
  • Gli immancabili Biliardino e Ping Pong, per sfide all’ultimo colpo;
  • Lo stand della Cooperativa Sociale L’Accoglienza, con i coloratissimi prodotti del laboratorio artigianale “Da tutti i paesi”;
  • La musica travolgente dei “Pizzica ma non fa male, che vi faranno scatenare al suono di pizziche e musiche popolari!

Alle 20.00 ceneremo tutti insieme sotto i grandi pini secolari e le brillanti stelle di Luglio. Il costo della cena sarà di 20 euro a persona. Per i bambini dai 4 ai 7 anni ci sarà uno speciale Menù Bambino a 10 euro, mentre la cena sarà gratuita per i bimbi dai 3 anni in giù.

La festa sarà più bella se ci sarai anche tu! CONFERMA LA TUA PARTECIPAZIONE compilando il modulo qui sotto o contattandoci ai seguenti recapiti: 067136001 – 3391430793 – info@lanuovaarca.org

Opportunità di Servizio Civile a La Nuova Arca

Hai un’età compresa tra i 18 e i 28 anni? Cogli al balzo l’opportunità e candidati per il Bando di Servizio Civile 2017! La Nuova Arca partecipa con due progetti, in ognuno dei quali potranno essere inseriti fino a 4 volontari:

Che aspetti a candidarti? Hai tempo fino alle ore 14.00 di Lunedì 26 Giugno!

I nostri progetti sono presentati in partenariato con CESC Project. Per presentare domanda per uno dei nostri progetti, vanno compilati e/o inviati a CESC Project:

  1. Allegato 2 di domanda compilato con data e firma;
  2. Allegato 3 di domanda compilato con data e firma;
  3. Copia documento identità;
  4. Copia codice fiscale (tessera sanitaria);

Le domande possono essere consegnate:

1) a mano dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle 16.30 presso la sede di CESC Project in via Lungro 1 (vedi mappa);
2) oppure, per posta con raccomandata a/r (fa fede la DATA DI ARRIVO e NON QUELLA DI SPEDIZIONE)

All’indirizzo:

CESC Project
Via Lungro, 1
00178 ROMA

3) oppure, per posta elettronica CERTIFICATA, art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf.
L’indirizzo di Posta Elettronica Certificata a cui mandare la domanda è: presidente@pec.cescproject.org
(Si fa presente che i giovani in possesso della PEC denominata “…@postacertificata.gov.it” non possono presentare domande ad indirizzi PEC degli enti privati non profit, atteso che con il dominio suddetto è possibile dialogare solo con enti pubblici e pertanto per la presentazione delle domande ad enti privati dovranno utilizzare una delle altre due modalità indicate all’art.4, ovvero un indirizzo PEC diverso da quello sopra indicato e di cui è titolare l’interessato).

Vi ricordiamo che può essere presentata una sola domanda per un solo progetto, pena esclusione dalla selezione.
Non possono presentare domanda i giovani che:

  • abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVO4ALL o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

Scrivici o contattaci per saperne di più: info@lanuovaarca.org – 067136001 – 3391430793

Lab “LA CITTA’ CHE VORREI”

Il 27 e 28 maggio si è tenuta l’iniziativa “Equo in Città”, patrocinata dalla Città metropolitana di Roma Capitale e organizzata dall’Associazione Botteghe del Mondo e da SuLLeali Comunicazione Responsabile. Per due giorni, dalle 10 alle 20, i locali di Porta Futuro, hanno ospitato convegni, laboratori e stand per dare spazio e voce a coloro che diffondono i valori e le pratiche di inclusione e di equità in ambito culturale, economico, sociale e politico. Associazioni, comitati, imprese e istituzioni locali sono state coinvolte attivamente per confrontarsi sui temi del lavoro, del territorio, dell’economia circolare e trasformativa.
Parallelamente alle conferenze per gli adulti si è tenuto un laboratorio creativo, rivolto ai bambini, dal titolo “La città che vorrei”.
La finalità del laboratorio era di coinvolgere i bambini in una riflessione sulle città dove viviamo e di stimolarli a ideare possibili cambiamenti per vivere meglio.
I partecipanti, attraverso materiali di recupero potevano creare un plastico rappresentante la città o il luogo dove avrebbero voluto vivere.
Tutti i bambini hanno inserito l’elemento NATURA, giardini, mare, boschi, colline …. quanto a sottolineare la necessità di rendere più vivibili e “sani” i luoghi dove vivere.
Alcuni con genitori particolarmente sensibili all’ambiente, hanno addirittura costruito pale eoliche nei palazzi, per renderli autonomi e puliti a livello energetico e strade senza macchine inquinanti.
Hanno costruito case sull’albero come luogo ideale dove poter stare, grotte con orsi che pescano, città con orti urbani, palazzi ecosostenibili, paesi con osservatori dove scrutare l’orizzonte, case sul mare….
Il desiderio di verde, aria pulita, tranquillità e spostamenti veloci è stato il filo conduttore di tutti i lavori dei bimbi.
Stiamo gettando le basi per creare un mondo diverso e alcuni componenti delle nuove generazioni le stanno introiettando. Naturalmente il territorio è legato alle relazioni e all’equità… riflessioni che speriamo poter stimolare in altri momenti di incontro creativo.
Attraverso la collaborazione con le scuole ci auguriamo che questa cultura si possa diffondere sempre di più.